È la fine del Qe: quali le conseguenze | 30 Giugno 2018

È la fine del Qe: quali le conseguenze | 30 Giugno 2018

La Banca Centrale Europea ha spiegato come porrà fine nei prossimi mesi alla lunga stagione degli interventi «non convenzionali e senza precedenti per natura e importi», comunemente noti con la sigla Qe. Non si tratta di ordinaria amministrazione. Dal 2015 la Bce acquista titoli dei paesi dell’Eurozona con l’obiettivo di portare l’inflazione al 2%. Gli acquisti hanno avuto incrementi fino a 80 miliardi al mese, poi ridotti a 60 e poi a 30.

Una operazione gigantesca, il cui effetto è stato quello di far crollare a zero i tassi di interesse a tutto vantaggio dei paesi molto indebitati come l’Italia.

Nei giorni scorsi, la Bce ha annunciato che da settembre a dicembre i nuovi acquisti saranno ridotti a 15 miliardi al mese e a gennaio 2019 cesseranno; tuttavia la Bce non venderà i titoli che attualmente detiene (circa 330 miliardi quelli italiani) e alla scadenza reinvestirà i rimborsi in nuovi titoli del medesimo emittente; infine saranno mantenute le altre condizioni utili a garantire liquidità al mercato.

Info Utile

Block content. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit nullam nunc justo sagittis suscipit ultrices.

Categorie